Advertising su facebook: like e dati di navigazione come strumento per il re-targeting

Facebook annuncia in questo post ufficiale, per il momento solo in America ma presto worldwide, un epocale cambiamento per quanto riguarda i propri annunci: in base alle tracce lasciate dai propri like sia su facebook stessa che in giro per il web, il social media numero uno al mondo è in grado di capire quali sono i miei interessi ed erogare annunci pubblicitari personali, basati su di essi. Niente di nuovo direte. Infatti. Diciamo che è nuovo per Facebook: infatti in questo modo la società di Menlo Park si allinea al trend che già da tempo (almeno dal 2010 direi) è disponibile nel web, il retargeting. Per chi si fosse perso le puntate precedenti, secondo wikipedia:

Behavioral retargeting (also known as behavioral remarketing, or simply, retargeting) is a form of online targeted advertising by which online advertising is targeted to consumers based on their previous Internet actions, in situations where these actions did not result in a sale or conversion.

Ovviamente a difesa della privacy sarà possibile disattivare questa preferenza con uno strumento chiamato AD Preferences, tramite cui si potranno anche scegliere le categorie di proprio interesse, per avere un’esperienza ancora più personalizzata.

Qui il video ufficiale di spiegazione del funzionamento del nuovo meccanismo.

Luca Bizzarri