Creare una lista di keyword pertinenti: metodi e strumenti per il Search Engine Marketing.

Abbiamo iniziato a vedere nell’articolo di settimana scorsa (puoi leggerlo cliccando qui) cosa bisogna sapere sulle keyword e quali sono i primi passi da muovere quando vogliamo impostare una campagna Adwords e non abbiamo la minima idee di quali keyword scegliere. Oggi cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti.

Dove trovo le mie parole chiave? Prendendo spunto da quanto già detto, diciamo che ci sono diverse possibilità:

  1. Brainstorming. Cercate a mente di scrivere tutte le parole che voi mettereste nel motore di ricerca qualora doveste cercare il vostro prodotto.
  2. Keyword Planner di Google. Qui trovate lo strumento Adwords che Google vi mette a disposizione gratuitamente tramite il quale potrete facilmente avere una buona base di partenza.
  3. La stessa SERP di Google. Dopo ogni ricerca, in fondo alla pagina sotto a tutti i risultati, Google suggerisce le “ricerche correlate”, altre parole che sono state cercate da altri utenti insieme alla query che avete appena fatto. Semplice, non risolutivo, ma vale la pena tentare.

Torniamo al punto 2 e vediamo come funziona un po’ più in dettaglio il Keyword Planner:

    1. Cliccate su “Cerca nuove idee per parole chiave e gruppi di annunci”
    2. Seleziona il tuo prodotto o servizio
    3. Inserisci il tuo sito cui punterà la campagna
    4. Seleziona la categoria del tuo prodotto
    5. Affinate la ricerca tramite le altre opzioni

A questo punto lo strumento vi restituirà alcune (o molte) parole chiave. Il consiglio è di giocare il più possibile con l’affinamento della ricerca fino a che vengono restituite keyword soddisfacenti. Poi abbiamo 2 cose da fare:

  1. cliccare sulla tab (sotto al grafico) “idee per parole chiave” e sulla destra scegliere di scaricare l’excel. Ricordatevi di selezionare quando richiesto “segmenta le statistiche per mese” per avere i dati di traffico generati da ogni keyword in passato (una colonna per ogni mese). In questo modo possiamo provare a leggere il trend di ogni parola e sapere se negli ultimi mesi ha aumentato la sua portata o pian piano è stata dimenticata.
  2. aggiungere le keyword al piano (freccina sulla destra di ogni riga) e scegliere di scaricare l’excel con tutte le parole e i dati che esse si portano con sé. I dati che possiamo leggere più facilmente per capire la portata di una keyword sono i click stimati, le impression stimate e il CPC (Costo per Click) medio: questi dati ci aiuteranno a capire la portata economica e i risultati attesi secondo il budget che abbiamo impostato.

A questo punto abbiamo una base per decidere con quali keyword proseguire: prendete il vostro elenco, aggiungete o togliete quello che secondo manca o è di troppo. Suggerisco di eliminare le keyword:

  1. con i brand dei vostri concorrenti
  2. digitate in modo errato
  3. non pertinenti al vostro sito

A questo punto guardate un’ultima volta l’elenco. Per ogni keyword fatevi le seguenti domande:

  1. Voglio essere trovato per questa query?
  2. Che vantaggio ho se qualcuno mi trova per questa ricerca?
  3. Il mio sito restituisce informazioni sufficienti per queste parole chiave?

Direi che ci siamo. Questa ultima domanda tuttavia apre una questione importante che non può essere sottovalutata: ora che ho impostato le migliori parole chiave che il mondo può cercare per trovarmi, sono in grado di rispondere in maniera esaustiva a tutte le query? Tradotto: il mio sito è strutturato in maniera tale che chi ci capita trovi facilmente le risposte o informazioni che cerca? Vediamo nel prossimo articolo come fare per capirlo.

Luca Bizzarri

p.s. Come mi iscrivo ad Adwords? Iscriversi è semplice, è necessario avere un account google (lo potete aprire qui) e successivamente accedere al sito https://adwords.google.com per iniziare ad impostare la campagna.