instagram social media advertising agency milano marketing digital strategy

Instagram Marketing: definire la strategia con approccio S.M.A.R.T.

Abbiamo visto che quando trasferiamo un’attività dal livello personale ad un piano professionale ci complichiamo la vita e questo non vale solo per i Social Media. Mi immagino un profilo aziendale gestito come un profilo personale e sinceramente vedo solo grandi fallimenti. Quindi, per sintetizzare alla grande, potremmo dire che per gestire una pagina professionale con successo su Instagram dobbiamo avere almeno:

  1. Una visione chiara e definita
  2. Una certa frequenza di pubblicazione
  3. Familiarità con il vostro target
  4. Uno stile visivo possibilmente personalizzato

Ottimo. Ora che vi ho spaventato, facciamoci due domande per capire, innanzitutto, se Instagram può essere il mezzo giusto e per definire di conseguenza la nostra strategia: perché partire con obiettivi chiari in mente significa partire con il piede giusto e, come ogni volta, definire gli obiettivi significa definire le linee guida della futura strategia di marketing e comunicazione. Quindi ad esempio:

  1. Creare una community
  2. Mostrare i propri prodotti
  3. Fare awareness sul marchio
  4. Mostrare la cultura o la vita aziendale
  5. Aumentare la fidelizzazione
  6. News e aggiornamenti

Se teniamo chiari in mente un paio di obiettivi, che siano presi o meno dagli esempi qui sopra, abbiamo già fatto un grande passo avanti. Quali sono i nostri? Abbastanza semplici anche perché abbiamo iniziato da poco: ottenere 4 nuovi follower a settimana, mostrare la vita d’agenzia, le nostre creazioni e dare qualche news quando ne abbiamo.

In linea di massima, vale per Instagram ma anche per tutti gli altri Social Media, dobbiamo riuscire a mantenere un approccio smart, o meglio S.M.A.R.T.:

  1. Specific: sfruttare le peculiarità del mezzo
  2. Measurable: scegliere KPI matematicamente controllabili
  3. Attainable: scegliere obiettivi raggiungibili
  4. Relevant: generare contenuti rilevanti per il target
  5. Time based: definire la frequenza e dedicarci del tempo.

Condivido con voi un po’ di riflessioni che abbiamo fatto prima di intraprendere seriamente l’avventura di OFG su Instagram. Tanto per cominciare, ho iniziato a gestire il profilo con più strategia e criterio da quando mi sono messo a scrivere questi articoli. Il nostro profilo è aperto da molti mesi ma era gestito senza un’idea chiara alla base e la differenza si vede. Fondamentalmente cosa è cambiato dalla prima gestione ad oggi?

  1. Format grafico: abbiamo deciso che il logo deve essere sempre presente quindi abbiamo stampato dei cartellini con logo che teniamo con la mano negli scatti dove il logo di per sé non è presente.
  2. Frequenza: almeno un post al giorno, questa è l’idea. Speriamo di riuscire a mantenerla così elevata.
  3. Piano editoriale: in questi giorni la stesura definitiva, ne parleremo tra un paio di settimane nel dettaglio comunque qui sopra direi che è già stato anticipato
  4. Risorse: oggi possiamo contare sulla collaborazione di più persone che, mi auguro, possano partecipare con più trasporto all’iniziativa.
  5. Facebook: ora che Instagram ha inserito nell’app la gestione multi-account possiamo anche switchare dall’account personale a quello aziendale in maniera più semplice(anche se non è ancora funzionale al 100%) e vediamo che anche la pagina Facebook ne trae grandi vantaggi. I post che arrivano di Instagram performano 4 volte di più rispetto a quelli pubblicati direttamente. Mah.

Settimana prossima vediamo di affrontare l’ottimizzazione del profilo.

Luca Bizzarri